Sab19102019

Ultimo aggiornamento03:29:17 PM

News:

Back Sei qui: Home Fatti Siamo tutti oche: piume strappate per imbottire giubbini

Fatti

Siamo tutti oche: piume strappate per imbottire giubbini

oche m5Sjpg
 “Ancora una volta un'inchiesta giornalistica porta alla luce una verità scomoda quanto atroce: grazie al servizio “Siamo tutti oche” della trasmissione Report andata in onda domenica 2 novembre, abbiamo assistito all'ennesima sofferenza, a volte addirittura letale, cui sono sottoposti innocenti animali. Stiamo presentando apposita interrogazione per far luce su quanto emerso dal servizio della giornalista Sabrina Giannini. L'inchiesta mostra come vengono strappate le piume delle oche, materia prima per l'imbottitura di giubbini e giacconi con riferimento ad un grosso marchio del made in Italy.
 
Tutto questo avviene nonostante le normative europee vietino espressamente simili atrocità sull’animale. L'Europa consente infatti l’utilizzo sul mercato di piumino d’oca ricavato solo dalla caduta naturale delle piume. In particolare l’art. 3 della direttiva 98,58CE del Consiglio, riguardante la protezione negli animali negli allevamenti chiede espressamente agli Stati membri di vigilare affinché sia garantito il benessere degli animali.
 
Come Movimento 5 Stelle non abbiamo intenzione di rimanere inerti rispetto a questa storia e chiediamo alla Commissione quali iniziative abbia adottato o intenda adottare per il rispetto della direttiva. La nostra proposta è chiara: l’introduzione di un marchio volontario che certifichi il rispetto della normativa vigente per i prodotti contenenti piume d’oca.
L'indignazione di fronte alla realtà presentataci da Report è totale, a farne le spese sono in primis gli animali sottoposti a torture inaccettabili, in secondo luogo i consumatori che comprano prodotti con prezzi maggiorati di oltre venti volte rispetto al reale valore e poi l'industria manufatturiera italiana, abbandonata per produrre in paesi in cui lo sfruttamento dei lavoratori è ancora all'ordine del giorno”.
 
 
I Portavoce del Movimento Cinque Stelle al Parlamento Europeo