Gio26112020

Ultimo aggiornamento03:39:48 PM

News:

Back Sei qui: Home Roma Compostaggio di comunità: gara europea infruttuosa

Roma e provincia

Compostaggio di comunità: gara europea infruttuosa

compost-419261 640


Lepidini (Pd): "Un flop che può costarci oltre un milione di euro"

"Apprendere dal sito Ama che la gara di appalto europea per il compostaggio di comunità, del valore di 1 milione e 200 mila euro destinata all'acquisto di quindici compostiere ognuna delle quali capaci di lavorare 80 tonnellate all'anno, è stata dichiarata infruttuosa, certifica l'ennesimo flop dell'amministrazione capitolina". E' quanto dichiara in una nota Alessandro Lepidini (PD), Consigliere al Municipio 9 e candidato presidente alle primarie municipali.


"Ciò – prosegue il candidato presidente – espone Roma al forte rischio di una restituzione delle risorse già stanziate e assegnate ad AMA - pari a mezzo milione di euro a fronte di un complessivo finanziamento regionale di 1.6 M euro – quando, invece, c'erano tutte le condizioni per avere le compostiere che, nel Municipio 9, avrebbero servito orti urbani e condomini privati. Ciò rischia di scippare di un progetto atteso gli stessi cittadini la cui volontà era chiara avendo loro stessi contribuito alla redazione del progetto, ritenuto necessario. Viene il dubbio – prosegue Lepidini - che questo fallimento sia dovuto alla poca propensione di Ama a realizzare il progetto, considerato che il bando emanato sembra essere stato concepito con condizionalità e paletti tali da favorirne l'insuccesso. Viene da chiedersi, inoltre, dove fosse l'attuale maggioranza pentastellata che, al di là di qualche sporadica commissione capitolina, sembra non aver dedicato adeguata attenzione al monitoraggio delle attività di Ama al riguardo".


"Il grave pregiudizio che rischiamo di correre, – conclude Lepidini – oltre che economico è politico perché se le 15 compostiere non avrebbero risolto da sole il problema del trattamento dei rifiuti in Città e pur vero che avrebbero costituito una prima, fondamentale inversione di tendenza in grado di superare la vetusta idea che debba essere il rifiuto ad essere trasportato per essere trasformato".