Gio24092020

Ultimo aggiornamento04:31:38 PM

News:

Back Sei qui: Home Spettacolo Gli anni d’oro del Beat

Spettacolo

Gli anni d’oro del Beat

gianni davis
 Portavano i capelli lunghi, giacche strette, pantaloni a tubo con stivaletti. Erano davvero  “fashion” i cantanti e musicisti dell'era beat, la musica che caratterizzò gli anni della contestazione '60 -'70. Il genere nato in Inghilterra spopolò presto nell'Europa del Nord e negli Usa e poi anche da noi. Ma perché oggi riproporre alle nuove generazioni il beat (in italiano Battere)? Lo abbiamo chiesto al cantante Gianni Davis che quegli anni li ha vissuti nella capitale.  “Lo riproponiamo - ci spiega -  per far conoscere attraverso la musica quell'epoca e  far capire ai giovani  che negli anni '60 si viveva con poco e di musica vera, quella live. Vogliamo ripercorrere un percorso musicale per salvaguardare un genere che oggi non c'é più. I giovani possono così capire come si faceva musica negli anni '60-'70, possono rivivere attraverso le note quei momenti di vita felice e quella libertà di essere. Quando facciamo le serate beat c'è molta affluenza, questo perché i giovani riscoprono e apprezzano molto gli artisti di quegli anni poco conosciuti a loro. E noi   - conclude - gli facciamo rivivere l'epoca  e la musica come era suonata allora senza trucco, tutto live”.
Un percorso musicale che si propone dunque di riportare in auge un'epoca in cui la voglia di faremusica era tanta. Si ripercorreranno gli anni d'oro del beat in uno spazio interculturale  qual è il Caffè letterario, nato con l'intento  di rispondere sia alle esigenze di ritrovo e di relax  tipiche di un caffè ma anche a quelle di un luogo culturale aperto allo scambio di idee. 
Angela Francesca D'Atri