• Home
  • Fatti
  • Ambiente
  • Diritti
  • Cibo & Benessere
  • Cultura
  • Roma
  • Spettacolo
  • Viaggi
  • Torte & Salati
  • Poesia 2.0

Gio13062024

Ultimo aggiornamento04:44:54 PM

News:

Back Sei qui: Home Roma Olevano Romano: grande successo per lo spettacolo "C'era na' volta don Umberto"

Roma e provincia

Olevano Romano: grande successo per lo spettacolo "C'era na' volta don Umberto"


Al teatro Cartesio va in scena la commedia dedicata al parroco Umberto Carletti, figura storica di Olevano, a 118 anni dalla sua nascita

Una commedia in tre atti per ricordare la figura storica di Don Umberto Carletti, parroco di Olevano Romano per 55 anni presso la Chiesa di San Rocco, è andata in scena domenica 24 settembre, con replica venerdì 29 settembre 2023 ,presso il Teatro Cartesio della sua amata cittadina.
"C'era una volta Don Umberto", questo il titolo dell'opera uscita dal genio di Camillo Ceci che, agli spettatori presenti in sala, spiega di essere stato tentato di vedere l'interpretazione della sua commedia. Una tentazione che, per una volta, ha superato il suo innato desiderio di stare a casa come sempre a "scribacchiare".
Presenti in teatro tra gli altri anche il sindaco di Olevano Umberto Quaresima, il Vice Sindaco Silvia Viti, l'assessore alla Cultura Maria Sofia Antonelli, il presidente del Centro anziani, il preside dell'Istituto Cartesio Francesco Trombetta, l'ex Sindaco Guglielmina Ranaldi mentre l'ex Sindaco di Guido Milana, all'estero per impegni, ha inviato un messaggio di stima.

Nel rimarcare l'importanza delle radici, della memoria senza la quale non c'è futuro, nel corso della serata, è stata ricordata l'importanza della figura di Don Umberto che, con il suo impegno quotidiano, ha permesso al territorio di Olevano di progredire.
A colpire è soprattutto la spontaneità degli attori, quasi tutti "debuttanti", la bravura inaspettata del protagonista "Don Umberto" interpretato da Ercole Pizzuti, presidente dell'associazione "Voi e noi", una parte che gli calza a pennello, non ha caso, come ci racconta, è stato scelto dallo stesso Ceci.
La commedia ripercorre la storia di Umberto Carletti , figlio unico di una famiglia di "vignaioli", ma la vigna da curare che sceglie è quella del Signore. I personaggi si susseguono sulla scena parlando in dialetto, abbigliati con i costumi dell'epoca, mentre gli anni trascorrono sotto gli occhi degli spettatori. Da giovane ragazzo Umberto diventa il prete della Chiesa di San Rocco, figura centrale del paese a cui Bello da vedere l'incontro, "scontro" con il sindaco interpretato da Antonio Petrone, che nella vita fa il professore, ma Don Umberto non si lascia scalfire neanche un po' e continua ad esercitare il suo mandato con il compito di portare tutte le anime del paese in paradiso. Ci sono poi i dialoghi con la Madre Superiora, ruolo interpretato sapientemente dalla prof.ssa Anna Zambrano, a cui dà un tocco di dolcezza nel momento in cui annuncia la morte a 83 anni di don Umberto. Seguono le gag dei vari popolani, la figura del zelante calzolaio tutto orecchi pronto a raccontare con maestria quello che accade nel paese.
Si percepisce l'emozione ma anche la bravura di chi ha saputo svestire per un attimo i suoi panni per indossare quelli del personaggio da interpretare, il pubblico gradisce e applaude.
A 118 anni dalla nascita, Don Umberto Carletti viene inoltre ricordato dall'amministrazione comunale di Olevano romano, dal centro anziani, dall'associazione Voi e Noi, dall'associazione i Dialettali, dal gruppo di recitazione teatrale "C'era una volta Don Umberto", con una targa da apporre presso la sua casa natale.
La commedia è stata brillantemente replicata venerdì 29 settembre, presenti tra gli altri l'assessore della Regione Lazio Fabrizio Ghera e la consigliera regionale Marika Rotondi.

Angela Francesca D'Atri

GUARDA L'INTERVISTA ALL'ATTORE PROTAGONISTA